• twitter
  • facebook
  • instagram
  • linkedin

“H+design: un approccio innovativo al design di domani”

Abstract

I computer e i dispositivi portatili diventano sempre più piccoli e più potenti, con la possibilità di accedere alle informazioni in qualsiasi momento e luogo, cercheremo attraverso una nuova prospettiva spazio-temporale, “now” here. Oggetti – attraverso calcolo ubiquo intelligente, collegati tra loro, capiranno e dedurranno le nostre esigenze dalle nostre azioni, gli eventi in programma e altro. Possiamo solo controllare attraverso i gesti o ci possiamo capire direttamente e fornire ciò che ci serve. Questi dispositivi stanno iniziando a essere più vicini ai nostri corpi, come oggetti che indossiamo, come l’abbigliamento intelligente, bracciali e altro. Questi tipi di dispositivi sono una possibilità aperta di interagire con altre persone per condividere informazioni, conoscenze e di essere perfettamente collegati con gli altri. Questa ubiquità si sta muovendo verso una singolarità tecnologica. Questa evoluzione avverrà gradualmente dalla presenza di nuovi prodotti progettati per condividere conoscenze, emozioni ed esperienze attraverso le piattaforme sociali orientati (ad esempio, design open source, spazi di hacker) che sostengono cooperazioni sociali e l’aumento del sociale, coinvolgere le persone in questo modo percettivo, con livelli emotivi, sociali e intellettuali. L’avanzare della tecnologia, proveniente da diversi campi, può davvero prendere un momento per riflettere su come la tecnologia può cambiare noi? Dobbiamo cercare di diventare migliori, per migliorare noi stessi, senza perdere traccia di ciò che significa essere umano, senza perdere la nostra umanità.

Screen Shot 2015-09-22 at 16.14.06